Da Air France-KLM azioni concrete per la sostenibilità

CWT

Il gruppo Air France-KLM ha annunciato una serie di azioni per ridurre al minimo l’impatto ambientale. Entro la fine di quest’anno la compagnia francese eliminerà su tutti i voli 210 milioni di oggetti in plastica monouso, del peso di circa 1.300 tonnellate, sostituendoli con oggetti sostenibili. In particolare, grazie a questa iniziativa 100 milioni di bicchieri e 85 milioni di posate in plastica verranno sostituiti con prodotti in carta o realizzati con materiali a base biologica. E ancora, al posto di 25 milioni di bastoncini in plastica per girare il caffè saranno usati dei bastoncini in legno. Non si tratta della prima iniziativa di Air France per rendere il servizio di bordo più green. Nel novembre 2018, infatti, il vettore ha sostituito il vassoio e il set di posate utilizzati sui voli a lungo raggio con la "Bon Appetit" bag. Dal 2015, inoltre, Air France non fornisce più cannucce di plastica ai passeggeri.

La compagnia opera già da anni per abbattere e compensare le emissioni di CO2, nonché per ridurre, riciclare e riqualificare i propri rifiuti e diminuire l’inquinamento acustico. Le azioni condotte dal gruppo hanno permesso, dal 2011 a oggi, di tagliare del 20% le emissioni di CO2 per passeggero, raggiungendo così l'obiettivo posto per il 2020 con due anni di anticipo. E non finisce qui. Per il prossimo anno, infatti, sono stati già fissati nuovi obiettivi di sostenibilità in quattro aree strategiche: compensazione del 100% delle emissioni di CO2 su tutti i voli nazionali; riduzione del 50% delle emissioni per passeggero/km entro il 2030; introduzione della raccolta differenziata a bordo dei voli Air France; investimenti nella ricerca di alternative applicabili. «La nostra ambizione è essere forza trainante per la creazione di un settore aereo sostenibile», ha spiegato Anne Rigail, Ceo di Air France.

Anche KLM, in collaborazione con l'azienda di riciclaggio Morssinkhof Rymoplast e con il produttore di filamenti Reflow, sarà il primo vettore al mondo a riciclare le bottiglie in Pet per produrre strumenti per la riparazione e la manutenzione dei suoi aerei. Le bottiglie vuote verranno raccolte alla fine di ogni volo e trasformate in filamenti, materiale utilizzato dalle stampanti 3D che la compagnia usa per stampare, appunto, le sue apparecchiature per la manutenzione. La KLM Engineering & Maintenance utilizza ogni giorno circa 1,5 kg di filamenti di alta qualità. Poiché il vettore ora fornisce a bordo bottiglie in Pet, il costo di questo filamento è sceso da 60 a soli 17 euro al chilo.



RESTA CONNESSO CON CWT

 

Se desideri entrare in contatto con noi per ricevere informazioni o iscriverti alla newsletter, clicca sul bottone qui sotto e compila il form.
 

Contattaci