skip navigation

Trasferte, ecco gli scenari del 2020

CWT

Quale sarà il futuro del BT? Se ne è parlato la scorsa settimana a Milano durante l’incontro “2020 Insight. Think Bigger Picture”, organizzato da CWT in collaborazione con Qatar Airways e Sixt. L’obiettivo dell’incontro era racchiuso già nel titolo: guardare al business travel con un orizzonte più ampio, approfondendo l’evoluzione dell’economia, le novità del mercato e le tendenze più rilevanti.

Ecco perché ad aprire i lavori è stato Carlo Alberto Carnevale Maffé, Associate Professor of Practice of Strategy and Entrepreneurship presso SDA Bocconi School of Management che, dopo aver approfondito lo scenario economico,  si è soffermato anche su ciò che il viaggio è diventato nel secondo millennio: un’esperienza sociale, intensa, permanente, che va gestita dalle aziende in maniera strutturale. “Intercettare le intenzioni tramite le piattaforme digitali e ascoltare i feedback dei viaggiatori serve per passare dal travel management alla travel science, che è scienza dello spazio e del tempo, delle aspettative logistiche, delle esperienze”.

Il compito di illustrare l’andamento delle tariffe previsto per quest’anno è stato invece affidato a Tommaso Palermo, Sales Director Italy di CWT, sulla base dei dati dello studio Global Travel Forecast pubblicato da CWT e GBTA. La ricerca stima un incremento dei prezzi dei voli pari all’1,2% a livello globale, mentre nell’hospitality la crescita sarà dell’1,3%. Sempre, ha dichiarato il manager, che l’avvento del coronavirus non stravolga gli scenari.

A seguire Inna Kizenkova, VP Air Distribution Partnerships, e Charlie Sullivan, Head of Product, della divisione Air Distribution Capabilities di CWT, hanno fatto il punto su Ndc, uno dei temi più caldi nel mondo del turismo. Il sistema porterà molteplici vantaggi per tutti gli attori della filiera, ma “i tempi sono più lunghi di quanto ci si aspettasse e, ad oggi, ci sono ancora tante sfide da risolvere”. Nell’attesa, però, CWT sta lavorando a Ndc con un team dedicato e già fatto esperimenti pilota.

Oggi è impossibile indagare il futuro del business travel senza parlare di tecnologie. Il tema è stato affrontato da Andrea Lamperti, Direttore dell’Osservatorio Internet Media presso la School of Management Politecnico di Milano, che ha spiegato come la digital transformation stia mettendo a disposizione una grande quantità di dati che, però, le aziende non riescono ancora ad analizzare correttamente. Ecco perché “in un’impresa su 4, oggi è in previsione l’introduzione della big data analysis per finalità di previsione della domanda e manutenzione predittiva”. Intelligenza artificiale, chatbot e internet of thing svolgeranno un ruolo chiave, insieme con nuove professionalità (data scientist, data engineer, data analist e data visualization expert).

L’incontro si è concluso con le testimonianze di tre responsabili viaggi sul tema “I viaggatori al centro?”: Robertà Billè, country travel manager e compliance specialist di Novartis, Massimo De Ferrari, responsabile relazioni industriali e HR Shared Services di Ansaldo Energia, e Francesco Persano, Facility Services Supervisor di Maire Tecnimont, hanno condiviso il loro approccio ai viaggiatori. 



RESTA CONNESSO CON CWT

 

Se desideri entrare in contatto con noi per ricevere informazioni o iscriverti alla newsletter, clicca sul bottone qui sotto e compila il form.
 

Contattaci

 



Per i responsabili viaggi interessati, è possibile richiedere il materiale dell’evento scrivendo a CWT_Education@mycwt.com