skip navigation

Air France e KLM aumentano i collegamenti con l’Italia per la stagione estiva

CWT

Si rafforza il network di AFKLM per la nostra penisola e nel mondo. Dopo aver ripreso a inizio giugno i collegamenti da Parigi CDG con Roma, Milano, Venezia, Firenze, Bologna, Napoli e Bari, infatti, Air France ha riattivato dal 1° luglio anche i voli per Cagliari, Catania, Olbia, Palermo e Torino arrivando a servire 12 città italiane. E, fatta salva la revoca delle restrizioni di viaggio nei diversi paesi interessati, la sua operatività globale raggiungerà il 35% nel mese di luglio e il 40% nel mese di agosto. Air France prevede di servire quasi 150 destinazioni durante l’estate 2020, vale a dire l’80% delle sue destinazioni abituali. Il numero di collegamenti aumenterà considerevolmente per i dipartimenti e territori francesi d’oltremare, nonché per la Spagna, la Grecia, l’Italia e il Portogallo, e i voli a lungo raggio riprenderanno gradualmente su gran parte del network. L’allargamento del network dovrebbe proseguire ulteriormente in settembre e ottobre, fino a coprire 170 destinazioni con un numero di frequenze crescenti.

Analogo trend caratterizza KLM: dopo l’apertura a giugno dei voli per Amsterdam da Roma, Malpensa, Firenze e Venezia, nel corso del mese di luglio è prevista la ripresa dei collegamenti per la capitale olandese anche da Genova, Bologna, Catania e Cagliari, con un ventaglio sempre più ampio di coincidenze per il lungo raggio. Inoltre, il 3 agosto, KLM inaugurerà la nuova destinazione europea di Cork, che sarà servita con un volo giornaliero, e dal 31 agosto anche Southampton si aggiungerà alla sua rete europea.

Per quanto riguarda i servizi a terra, sono nuovamente operative sia le due lounge di medio raggio a Parigi CDG sia le Schengen Crown Lounge e Non-Schengen Crown Lounge (quest’ultima è sempre rimasta aperta, almeno parzialmente) all’aeroporto di Amsterdam Schiphol per consentire ai passeggeri di rilassarsi nell’attesa del volo, ovviamente nel rispetto delle misure di prevenzione anti-Covid.

Grande è infatti l’attenzione rivolta da AF e KLM alla sicurezza dei passeggeri, sia a terra che a bordo: tra le varie misure adottate, le procedure di imbarco per mantenere il distanziamento sociale ed evitare il più possibile le code, i controlli di temperatura effettuati durante l'imbarco e l’obbligo di indossare la mascherina chirurgica su tutti i voli. Sono state rafforzate anche le operazioni quotidiane di pulizia degli aeromobili e introdotta una procedura specifica per la disinfezione periodica delle cabine mediante irrorazione di un prodotto certificato in grado di neutralizzare i virus. E per chi ne abbia necessità, KLM Health Services offre la possibilità di effettuare i test PCR COVID-19 all’aeroporto di Amsterdam Schiphol e invia i risultati entro 24-32 ore (per info cliccare qui).

 


RESTA CONNESSO CON CWT

 

Se desideri entrare in contatto con noi per ricevere informazioni o iscriverti alla newsletter, clicca sul bottone qui sotto e compila il form.
 

Contattaci

 

Flessibilità è l’altra parola d’ordine del gruppo franco-olandese per supportare passeggeri ed aziende nell’attuale contesto: per qualsiasi tipologia di biglietto è infatti prevista la possibilità di modificare data e/o destinazione fino al 30 giugno 2021 senza penalità.